Il TeleDipendente

La televisione è come la storia: c'è chi la fa e chi la subisce. (Fabrizio De André)

Nuovi format: Hunted, caccia ai concorrenti in fuga nel reality-show ad alta tensione

huntedSolo qualche minuto per recuperare poche cose: il minimo indispensabile per la latitanza. Borse, parrucche, un po’ di contanti e poi via, in fuga da un team di ex agenti dei servizi segreti, agenti antiterrorismo, esperti informatici e di sicurezza. Ventotto giorni cercando di non lasciare tracce dietro di sé, di non farsi riprendere dalle telecamere di sicurezza, lontano da famiglie, amici. E senza telefono, per non rischiare di essere intercettati.

È Hunted, reality-show lanciato lo scorso settembre nel Regno Unito da Channel 4: un adventure-game in cui quattordici persone in fuga non devono farsi catturare dal team che dà loro la caccia, guidato da Kevin O’Leary, che a Scotland Yard ha guidato per anni operazioni sotto copertura. Solo quattro di loro dopo un mese di latitanza ne sono usciti vincitori poiché non si sono fatti scoprire dagli investigatori.

“Si tratta di un esperimento sociale audace e ambizioso” ha dichiarato Dom Bird, capo dei format di Channel 4, la rete che lo trasmette. E torna subito alla mente la prima edizione di Grande Fratello, che venne lanciata allo stesso modo. Qui però non si tratta di sorvegliare un gruppo di persone recluso in una Casa, perché tutti oggi nella nostra quotidianità siamo oggetto, consapevolmente o inconsapevolmente, di sistemi di controllo tecnologici e sociali. Ed è questo che Hunted si propone di evidenziare.

Riconoscimento delle targhe, transazioni bancarie, telecamere nei negozi, in strada, operazioni con gli smartphone, cronologia delle chat e delle conversazioni sui social, interrogatori a parenti e amici: gli investigatori possono appigliarsi a qualunque cosa pur di scovare i fuggitivi. Anche se per quanto riguarda le telecamere di sicurezza e i dispositivi di riconoscimento automatico delle targhe, a detta di qualche detrattore non così liberamente come vorrebbero o potrebbero se fossero davvero alla ricerca di un latitante.

Tra liberatorie per la privacy, riprese e montaggio, la preparazione di uno show simile non è affatto semplice. Ma il riscontro ottenuto nel Regno Unito ha dato il via alla realizzazione di una seconda stagione, sempre prodotta da Endemol Shine. E nei prossimi mesi Hunted arriverà anche in America: sarà la Cbs a trasmettere l’adattamento a stelle e strisce.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: