Il TeleDipendente

La televisione è come la storia: c'è chi la fa e chi la subisce. (Fabrizio De André)

Regno Unito, al via The Voice 2016: zoom su coach, concorrenti, polemiche e ascolti

tvoi2Da noi ricomincerà il 2 marzo, ma nel Regno Unito è già tempo di The Voice. Lo scorso 9 gennaio la Bbc ha dato il via alla quinta edizione, l’ultima prima del passaggio nel 2017, assieme allo spin-off The Voice Kids (la versione con i bambini), a ITV, la principale rete concorrente che trasmette anche X Factor.

Fuori Rita Ora, passata proprio a X Factor, e Tom Jones, in polemica con la produzione che, a suo dire, non l’ha avvertito della mancata riconferma, il talent quest’anno si arricchisce di due importanti nomi della musica inglese e internazionale: Paloma Faith e Boy George. Sono loro i nuovi coach che per questa edizione si aggiungono al rapper will.i.am, presente dalla prima, e al cantautore inglese Ricky Wilson, nel cast dalla terza. In passato anche Jessie J e Kylie Minogue si sono sedute sulle poltrone rosse del celebre programma che dal 2014 è presentato da Emma Willis, conduttrice anche del Grande Fratello inglese, e da Marvin Humes, leader dei JLS, una band uscita da X Factor.

Sette puntate di Blind Audition, le audizioni al buio (della durata massima di un’ora e mezza), due per le sfide dirette (le Battle), due per i Knock-out e tre live, la fase finale in diretta. Questo il meccanismo del talent, molto simile al nostro (è previsto anche lo steal, che consente ai coach di rubare un concorrente all’avversario), se non nella durata. Un’ora e mezza per ciascuno appuntamento (esclusi i live) rispetto alle tre ore a cui siamo abituati noi alleggerisce notevolmente il programma e lo rende molto più agevole da seguire per il telespettatore. Un po’ come le audizioni dell’X Factor targato Sky.

Ma ogni tv ha le sue logiche: difficilmente vedremo una puntata di The Voice of Italy durare meno di tre ore, perché coprendo così prima e seconda serata, lo share inevitabilmente si alza e si possono anche raccogliere quei telespettatori orfani di trasmissioni su altre reti che sono terminate prima.tvoi3

Tornando al The Voice Uk 2016, il Telegraph, dopo i primi due episodi, scrive che nonostante
cinque anni fa sia stato annunciato come principale rivale di X Factor, The Voice è in realtà molto più simile al talent-varietà in stile Britain’s Got Talent. Questo perché si punta molto sulla molteplicità dei profili musicali dei concorrenti: si va dalla lirica della drag-queen Divina De Campo al crooner del pensionato Stevie Calrow fino alla violinista-performer Charley Blue. Senza dimenticare le storie personali: la battaglia contro il cancro di Melissa o i successi sportivi di Chase Morton, campione mondiale di kickboxing.

Nonostante il mix di divertimento e irriverenza in giuria, gli ascolti di The Voice UK 2016, seppur buoni, sono comunque in calo se paragonati a quelli ottenuti dalle prime due puntate dello scorso anno. Un dato che non lascia presagire nulla di buono per il futuro, dal momento che, proprio come accade in Italia, i live sono solitamente meno visti delle Blind Auditions.

E i vincitori di The Voice UK che fine hanno fatto? Purtroppo non hanno avuto grande successo. La 32enne Leanne Mitchell, trionfatrice della prima edizione nel 2012, è stata abbandonata dalla sua casa discografica. Andrea Begley (seconda edizione) ragazza ipovedente di 29 anni che nel 2013 ottenne più successo della Mitchell, tiene ora piccoli concerti nell’Irlanda del Nord dove è nata. Anche il giovane Jermain Jackman, vincitore nel 2014, non ha ottenuto il riscontro sperato, raggiungendo con il suo album la settantacinquesima posizione nella classifica inglese. Stevie McCrorie, il trionfatore 30enne dell’edizione 2015, invece è riuscito a superare i suoi tre predecessori, raggiungendo la sesta posizione in classifica e ora ha un album in uscita nelle prossime settimane.
tvoi

Advertisements

Un commento su “Regno Unito, al via The Voice 2016: zoom su coach, concorrenti, polemiche e ascolti

  1. Pingback: The Voice 2016: le novità della quarta edizione | Il TeleDipendente

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: