contidefi Contrariamente dalla fiction, la partita degli show 2015 vede Mediaset primeggiare sulla Rai. È Canale 5, grazie ai programmi di Maria De Filippi (C’è Posta Per Te, Amici, Tu Si Que Vales) e al ritorno boom de L’Isola dei Famosi, a guadagnarsi i primi posti della classifica delle trasmissioni più seguite quest’anno (non include gli show-evento). A portare RaiUno sul terzo gradino del podio con Tale e Quale Show è Carlo Conti, sempre più protagonista dopo il grande successo del Festival di Sanremo (10.837.000 e il 48,64% di share contro gli 8.772.000 e il 39,26% di Fazio 2014).

Mentre né Raffaella Carrà con il suo nuovo talent Forte forte forte, né Milly Carlucci con il ritorno di Notti sul Ghiaccio, né Antonella Clerici con l’emotainment Senza Parole hanno regalato alla rete risultati soddisfacenti.

Sopravvivono Ti Lascio Una Canzone e Grande Fratello, storici format che da qualche anno mostrano inesorabili segni di stanchezza. Ottima però l’intuizione di Giancarlo Leone, direttore di RaiUno, di sopperire a questa crisi con un cartellone di serate-evento riservate a personaggi di grande richiamo: ne sono una prova i 5.468.000 telespettatori e il 26,31% di share di Panariello Sotto L’Albero e i 5.664.000 (23,40% di share) de Il Volo – Un’avventura straordinaria. O ancora i 4.820.000 (21,01%) di Capitani Coraggiosi. Meno bene invece (come ascolti, non di certo per la qualità) la Callas di Dario Fo e Paola Cortellesi.

Da segnalare anche lo stupefacente successo riscosso dalle due puntate di Le Iene presentano Scherzi a Parte con Paolo Bonolis (6.156.000 spettatori e il 25,75% di share). E la RaiDue di Angelo Teodoli, che dopo Pechino Express e The Voice continua a sperimentare su nuovi format come Stasera tutto è Possibile (ottima annata per Amadeus questa anche con Reazione a Catena), anche se non tutti si rivelano efficaci (leggasi Monte Bianco).

Per Sky il 2015 è significato soprattutto la riconferma di quei successi come X Factor e Masterchef che hanno contribuito a farne una temibile competitor per la tv generalista. Ma su Italia’s Got Talent c’è ancora da lavorare, soprattutto sui contenuti: l’eventizzazione non è stata sufficiente.

Da sottolineare infine il 2015 di Discovery: reality, game-show, cooking-talent stanno invadendo le reti del gruppo (quest’anno ha acquisito anche DeeJay Tv) riscuotendo un buon riscontro di pubblico. Dopo Benedetta Parodi, anche Costantino della Gherardesca, Vladimir Luxuria, Pif e Roberto Saviano sono approdati sul pianeta Discovery, che per il 2016 ha già in serbo nuove produzioni. La concorrenza si fa sempre più spietata.