Il TeleDipendente

La televisione è come la storia: c'è chi la fa e chi la subisce. (Fabrizio De André)

L’analisi. Isola dei Famosi 2016: quanto il Dopo Isola potrebbe giovare al reality

chiAggiornamento delle ore 21.03 – 16/12/2015: TvBlog smentisce l’indiscrezione di Chi sul progetto di un Dopo Isola. A quanto pare Piero Chiambretti dedicherà un po’ di spazio al reality all’interno del suo Grand Hotel, anche se si tratterà di “un vero e proprio gemellaggio fra i due programmi più sostanzioso, qualcosa che integri in Grand Hotel il meccanismo dell’Isola“.

Qualcosa si muove in quel di Cologno Monzese. Della notizia lanciata oggi dal settimanale Chi che vorrebbe Piero Chiambretti alla guida del Dopo Isola, a colpire non dovrebbe essere tanto il futuro professionale del conduttore quanto il progetto in sé di una sorta di spin-off de L’Isola dei Famosi. Perché significa che Mediaset ha finalmente capito di dover sostenere maggiormente i reality su cui intende puntare investendo su quei marchi.

Come Sky che negli anni scorsi, a supporto dei due suoi format in diretta, ha improntato Extra Factor e Italia’s Got Veramente Talent: piazze televisive in cui discutere di quanto accaduto nel programma e approfondire qualche fatto che in puntata si è solo sfiorato per ragioni di tempo incentivando così la competizione e scaldando le tifoserie dei fan a sostegno dell’uno o dell’altro concorrente. Ma soprattutto un’occasione per ironizzare sui partecipanti: un aspetto che purtroppo negli ultimi anni si è in parte perso dopo la chiusura di Mai dire Grande Fratello, di cui però mai come ora, con il boom dei social network, i reality devono obbligatoriamente tenere in considerazione.

Certo, il tutto funziona se a questo spin-off del programma principale si lascia il giusto spazio senza che lo si riduca a una frettolosa parentesi di una ventina di minuti a causa di sforamenti precedenti. Altrimenti non avrebbe senso. Un po’ come accaduto col Dopo Festival di Sanremo prima che venisse archiviato per passare al web (ritornerà in tv quest’anno con Nicola Savino e la Gialappa’s Band).

E affinché il Dopo Isola e un personaggio come Chiambretti non rischino di fare quella fine, si può benissimo collocare questo segmento in un’altra seconda serata dove il programma, pur mantenendo una sua identità, possa avere anche maggiore respiro. Un po’ come accade in Spagna con Gran Hermano – El Debate (Grande Fratello – Il Dibattito) e Supervivientes – El debate (L’isola dei Famosi – Il Dibattito), due trasmissioni a sé dove si discute assieme agli opinionisti con l’ultimo eliminato, si commentano le dinamiche della settimana, si interagisce attraverso giochini e sondaggi con gli ospiti in studio e i telespettatori da casa. E soprattutto si ride con le clip che mostrano le gaffe dei concorrenti e le loro uscite di stile: una formula insomma  che sembra calzare a pennello con la tipica irriverenza di Chiambretti.

D’altronde bisogna invogliare il pubblico a seguire il reality, a parteggiare per i suoi beniamini, a dargli spunti su cui discutere, oggi soprattutto in rete. E il Dopo Isola può contribuire in parte a questi scopi, fermo restando che fondamentali per il successo di un reality continuano ad essere la forza del cast di concorrenti  e la capacità autoriale di creare dinamiche interessanti e coinvolgenti ai fini del racconto.

Anche perché un daytime striminzito e uno spazietto di qualche minuto nei contenitori giornalieri, ormai non bastano più a sostenere in pieno un programma. E il riscontro dell’ultima edizione del Grande Fratello 14 ne è la prova. Perché una trasmissione si traduca in un grande evento, come ha dimostrato Sky, bisogna crearlo, incentivandone l’importanza anche nella cura dei dettagli apparentemente più marginali. E questo Dopo Isola, se ben curato, con il giusto spazio e contando su un professionista come Chiambretti alla guida, potrebbe rivelarsi davvero una delle trovate vincenti dell’Isola dei Famosi 2016.

Annunci

Un commento su “L’analisi. Isola dei Famosi 2016: quanto il Dopo Isola potrebbe giovare al reality

  1. Pingback: L’analisi. Grand Hotel Chiambretti – Dall’Isola: un’ipotesi azzeccata | Il TeleDipendente

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: