Il TeleDipendente

La televisione è come la storia: c'è chi la fa e chi la subisce. (Fabrizio De André)

X Factor 2015: i talenti verso il sesto live

enriMeno due settimane alla finale di X Factor 9. Sempre più difficile per i telespettatori scegliere chi mandare avanti: la fase delle eliminazioni imprevedibili è ufficialmente cominciata. A fare la differenza sono i gusti del pubblico, che, diversamente dai giudici, sembra prediligere il percorso dei concorrenti e non la singola performance nel votare chi mandare al ballottaggio. Non a caso la scorsa settimana ad andare a casa è toccato prima a Leonardo, l’under di Mika, poi ai Landlord, la band di Fedez. Non che le loro fossero le esibizioni peggiori delle due manche. Ma di certo, come scrivevamo anche qui, le loro stelle hanno brillato a intermittenza tra performance riuscite e altre meno. E il pubblico difficilmente perdona i saliscendi: piuttosto a questo punto premia la continuità e, ovviamente, gli inediti che i ragazzi presenteranno la prossima settimana. Nonostante ciò Luca, dopo un quarto live piuttosto sottotono che l’ha portato al ballottaggio, si è ripreso alla grande: indirizzandosi verso esibizioni più intimiste, il sedicenne è riuscito a passare indenne il quinto live. A rischiare l’eliminazione giovedì è stato inaspettatamente Giosada, nonostante una buona performance. Ma si sa, X Factor è fatto anche di televoti incomprensibili. Questa sera si riparte da una doppia manche: la prima con brani in italiano (finalmente), che metterà a dura prova diversi concorrenti, e la seconda classica, con assegnazioni scelte liberamente dai giudici. Ecco come ci arriveranno i sei talenti rimasti:

Luca (under uomini – Mika): abbandonate le performance in stile teen-idol, il ragazzo prosegue il suo viaggio in una dimensione fatta di brani lenti, emotivi. Stasera si cimenterà in “Ti scatterò una foto” di Tiziano Ferro (al pianoforte) e “Stitches” di Shawn Mendes . La missione di Luca: lavorare di più sull’interpretazione per arrivare a trasportare ulteriormente gli spettatori nel pezzo. Quello che in parte è mancato giovedì scorso nella sua cover di  “All of the stars” di Ed Sheeran.

Moseek (gruppi – Fedez): piccolo stop nel quinto live per la band. La loro “Don’t speak” (No Doubt) non ha convinto né la giuria (Mika ha definito l’intonazione della frontman destabilizzante) né il pubblico. Forse troppo lento e intimista il pezzo per un gruppo che da sempre ha convinto per la sua grinta. Questa sera si confronteranno con “Tutti i miei sbagli” dei Subsonica e “Do I wanna know?” degli Artic Monkeys. La loro rinascita dovrà persuadere soprattutto quei telespettatori ancora poco convinti delle loro effettive capacità.

Urban Strangers (gruppi – Fedez): sembrano aver ritrovato lo smalto delle audizioni. Come ha notato Elio la loro cifra è nel saper miscelare pochi ingredienti, ma buoni (voce e chitarra). Scenografie maestose, arrangiamenti potenti non fanno per loro. Questa sera devono superare la prova del brano in italiano, universo lontano dal loro. Fedez ha pensato a un pezzo che potrebbe rivelarsi un’arma a doppio taglio: “La libertà” di Giorgio Gaber. Eh sì, stasera gli Urban Strangers si giocano la finale.

Enrica (under donne – Skin): continua l’ascesa della sedicenne, la rivelazione di questo X Factor. Partita indietro rispetto alle sue colleghe, si è gudagnata il palco settimana dopo settimana sconfiggendo le insicurezze italiane. È quella più vicina, per immagine e stile, all’idea di popstar. Difficile trovarle difetti, se non nelle assegnazioni di Skin. Questa sera, oltre a “Umbrella” di Rihanna, sarà interessante scoprirne un lato rimasto ancora inesplorato: quello più intimo. Dovrà portare “Adesso e qui (Nostalgico presente)” di Malika Ayane. Una sfida impegnativa, diversa dalle precedenti, che giocherà di sicuro un ruolo importante nel suo percorso.

Davide (over – Elio): superata la difficile prova di giovedì, il brano “Vedrai vedrai”, Davide va dritto verso le ultime puntate. È infatti risultato convincente nell’interpretazione, meno nel riuscire a trasportare completamente il pubblico nel pezzo. Resta un aspetto su cui deve lavorare per perfezionarsi. Questa sera Elio gli ha assegnato “L’italiano” di Toto Cutugno: sarà curioso vedere come il ragazzo riuscirà ad adattarla al suo stile. E poi “Wildfire” di SBTRKT. La gara è per rimanere l’ultimo superstite della sua categoria, arrivando così in finale. Urge creare più empatia col pubblico.

Giosada (over – Elio): che la carta della bellezza, calcata anche in puntata, stia giocando in realtà a suo discapito inducendo il pubblico a sottovalutarne il talento? Difficile capire come, nonostante una buona performance, il ragazzo sia finito in ballottaggio giovedì. Forse è solo questione di gusti. In ogni caso Elio gioca facile questa sera assegnandogli un brano conosciuto e di forte impatto (“Amore che vieni amore che vai” di Fabrizio De Andrè) che calza a pennello con la grande versatilità che Giosada ha dimostrato in queste settimane. Toccherà poi a “Shock the monkey” di Peter Gabriel. Tutto sta nella veste che il concorrente sarà in grado di cucire addosso ai due pezzi. Se sarà impattante, il ballottaggio gli resterà lontano. Almeno per questa sera.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: