Il TeleDipendente

La televisione è come la storia: c'è chi la fa e chi la subisce. (Fabrizio De André)

Squadra Antimafia 7: bilancio di fine stagione

cantalupo-tempofoscoCosì vulnerabile, la Duomo non l’avevamo mai vista. La squadra antimafia, nella settima stagione dell’omonima fiction, oltre a combattere i clan ha dovuto infatti far fronte a diverse perdite importanti, come quella di Lara Colombo (Ana Caterina Morariu), uccisa in un conflitto a fuoco, e di Domenico Calcaterra (Marco Bocci), costretto ad abbandonare temporaneamente il comando perché ferito alla testa. E come se non bastasse ha dovuto anche occuparsi dei colpi di testa di una nuova entrata, la dottoressa Anna Cantalupo (Daniela Marra), assettata di vendetta dopo l’omicidio del marito e disposta a tutto pur di farsi giustizia da sé.

Una vulnerabilità che in parte trova giustificazione nel soggetto, quasi ai limiti dell’inverosimile nella seconda parte della stagione. Un aspetto che in molti non hanno potuto non notare: sparatorie in media ogni venti minuti, fughe rocambolesche, omicidi a sangue freddo senza ragione apparente. La scelta di spingere in larga parte sull’azione, diventato negli ultimi anni il punto di forza della serie, rischia ora di minarne la credibilità.

Era già accaduto nella precedente serie e infatti, nelle prime puntate di Squadra Antimafia 7, sembrava si fosse fatto retromarcia, pur senza che il lato action ne risentisse particolarmente. Poi nelle puntate finali si è tornato a calcare la mano su vicende che rasentano l’assurdo, come la furia omicida di Anna Cantalupo o la follia Calcaterra, colpito da un imprecisato disturbo che, tra i vari effetti, lo ha reso uno spietato killer.

Sembra quasi che questa storyline sia servita solo a mantenere vivo uno dei personaggi simbolo della serie e a rallentarne il più possibile la già annunciata uscita di scena per indorare così la pillola a molte fan che seguono la serie quasi esclusivamente per lui. Oltre a giustificare la riduzione della sua presenza nella serie, dovuta ai tanti impegni professionali di Marco Bocci.

In tal senso il vicequestore Davide Tempofosco (Giovanni Scifoni) non si è rivelato un degno sostituto: troppo professionale e rispettoso della legge e, rispetto a Calcaterra, molto meno istintivo. Forse anche perché gli autori già sapevano che Tempofosco sarebbe stato solo un personaggio di passaggio, dal momento che nell’ottava stagione arriverà un nuovo poliziotto con il volto di Giulio Berruti a sostituirlo, si spera soprattutto nel cuore delle telespettatrici.

Tornando invece alla settima stagione, il soggetto, tra sparatorie e inseguimenti ha rischiato talvolta di perdersi in qualche ingenuità. Una su tutte: può lo spietato Filippo De Silva (Paolo Pierobon), infiniti omicidi alle spalle senza farsi scoprire, abile depistatore di indagini, lasciare una sigaretta con il suo Dna sul pavimento del luogo dove si è appena liberato del cadavere di Saro Ragno? Forse sta perdendo qualche colpo.

E a tratti i colpi di scena si sono rivelati alquanto prevedibili. Ad esempio che il broker potesse essere il suocero di Anna era facilmente intuibile fin dalle prime scene in cui è comparso. Almeno per quei telespettatori fedelissimi che da anni seguono le dinamiche di Squadra Antimafia o di altre fiction TaoDue: il primo della lunga serie di traditori fu infatti il procuratore Arturo Stasi (Paolo Maria Scalondro), uno degli amici più fidati del commissario Giovanna Scalise (Isabella Ferrari), protagonista assoluta dell’indimenticabile prima serie di Distretto di Polizia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: