Il TeleDipendente

La televisione è come la storia: c'è chi la fa e chi la subisce. (Fabrizio De André)

L’Isola di Adamo ed Eva – Italia, recensione primo episodio

isolaSembra fare acqua da molte parti questa versione italiana de L’Isola di Adamo e Eva, nuovo dating show di DeeJay Tv che punta su nudo e storie d’amore per conquistare il pubblico. Il concept è simile a quello di altri programmi dello stesso genere: ragazzi e ragazze cercano l’anima gemella davanti alle telecamere. Ma questa volta sono su un’isola deserta e, per conoscersi, devono rimanere completamente nudi.

Gli ingredienti ci sono tutti per stuzzicare la curiosità di quei telespettatori particolarmente amanti dei programmi voyeuristici. E non a caso in Europa riscuote grande successo. Ma sull’isola italiana, almeno da questo primo episodio, sembra mancare un elemento fondamentale per uno show del genere, figlio del reality: la credibilità.

Prodotti così, si sa, vivono continuamente in bilico tra costruzione e realtà: rendere verosimili situazioni e personaggi è essenziale. Ma nella versione italiana de L’Isola di Adamo ed Eva i concorrenti, fin troppo stereotipati (il romano che mostra l’asciugamano coi colori della sua squadra, il dee-jay milanese tutto nottate e belle ragazze), sembrano essere gli interpreti, anche piuttosto inesperti, di un copione già scritto. E neanche troppo bene.

Lo dicono quei finti imbarazzi mal recitati, le reazioni poco spontanee, la loro asetticità nel compiere scelte o azioni che dovrebbero essere invece frutto del loro volere.

Pazienza, se almeno fosse valido il racconto, qualcosa di potenzialmente appetibile potrebbe esserci comunque. Mal-isola-di-adamo-ed-eva-italia-2015-2 sull’isola di Adamo ed Eva neanche quello riesce ad essere guizzante. Tutto troppo prevedibile: Eva, guarda caso, sceglie l’Adamo più timido e introverso, quello che col suo comportamento ha più possibilità di ottenere il consenso del pubblico. Prima così propenso a corteggiare la sua Eva, poi, all’arrivo dell’altro pretendente, si fa da parte per sbottare di punto in bianco la sera in una scenata di gelosia. E intanto il competitor, dopo non essere stato scelto, se ne va così come è arrivato (o sarebbe meglio dire come è stato presentato), cioè sicurissimo di sé e pieno di boria.

Quando tutto poi sembra portare al lieto fine, Adamo rifiuta inaspettatamente l’appuntamento con la sua Eva perché sull’attrazione è prevalso l’orgoglio dell’uomo ferito (dagli atteggiamenti, per nulla compromettenti, di lei con il rivale). Neanche il miglior romanzo rosa potrebbe spingersi tanto in là, ad un finale così drammatico quanto poco credibile.

Ma L’Isola di Adamo ed Eva un merito ce l’ha: quello di non riuscire ad oscurare le brillanti doti da intrattenitrice di Vladimir Luxuria, di cui eravamo a conoscenza già dal 2012 quando ricopriva il ruolo di inviata su un’altra isola, quella dei famosi. Insomma, se il dating show dovesse naufragare totalmente, almeno può contare su un’ancora di salvataggio. Anche se probabilmente sarebbe quasi meglio sbarcare a Temptation Island: nonostante il pericolo “corna”, lì forse un pizzico di attendibilità in più c’è. Forse.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: