Il TeleDipendente

La televisione è come la storia: c'è chi la fa e chi la subisce. (Fabrizio De André)

Squadra Antimafia 7: buona la prima!

setNon delude la prima puntata di Squadra Antimafia 7. C’è tutto quello che il pubblico si aspetta dalla serie: adrenalina, tensione, azione e colpi di scena. Senza dimenticare Marco Bocci, che calamita l’attenzione di gran parte del pubblico femminile verso la fiction.

Il ritmo sostenuto, merito di sceneggiature ben scritte, fa sì che non si perda troppo tempo nel presentare i nuovi personaggi, il vicequestore Davide Tempofosco, interpretato da Giovanni Scifoni, e l’esperta informatica Anna Cantalupo (Daniela Marra). Saranno le scelte, le decisioni che si troveranno a prendere nel corso delle puntate a dipingerli agli occhi del pubblico, come è nella tradizione di Squadra Antimafia.

Non c’è nemmeno il tempo per scoprire che fine ha fatto Calcaterra che già bisogna occuparsi di un altro rapimento, quello del magistrato Ferretti (con figlia al seguito). E della rocambolesca evasione di Veronica Colombo mentre viene scortata verso un altro istituto: una fuga organizzata dal clan dei Maglio a cui assiste direttamente la sorella Lara. Poi c’è il Broker, operatore finanziario nel libro-paga della mafia (e dei Maglio) a cui Tempofosco e Anna davano la caccia da tempo. E quando la salvezza per Calcaterra e la Ferretti sembra vicina, il vicequestore interpretato da Marco Bocci viene ferito gravemente alla testa da un colpo di pistola.

Troppo per una sola puntata? Forse. Ma di certo non sembra, perché la confezione è talmente curata (interpretazioni, sceneggiature, regia) che non resta tempo per pensarci, né tantomeno per annoiarsi. E la serie talmente ben scritta che a fine puntata si vorrebbe già poter seguire quella successiva. Non solamente per il solito vecchio trucco del cliffangher, come obietterebbe qualcuno. Certo, anche Squadra Antimafia vi ricorre, lasciando il finale in sospeso (in questa puntata il destino di Calcaterra: si salverà o no?) per incuriosire il pubblico.

Ma qui è l’insieme (i risvolti dei diversi personaggi divisi continuamente tra istinto e razionalità o sospesi nell’eterna lotta tra bene e male, tra mafia e giustizia, l’imprevedibilità delle situazioni, la capacità di riuscire a mixare sapientemente thriller, azione e sentimento) a risultare vincente e a fidelizzare il pubblico.

Annunci

2 commenti su “Squadra Antimafia 7: buona la prima!

  1. luigi montinaro
    settembre 16, 2015

    VI ADORO, PUTROPPO QUEST’ANNO DAL BRASILE (non capisco perché), NON RIESCO A VEDERE LE PUNTATE. RIESCO A SINTONIZZARE POI, SI INTERROMPE OGNI 2/3 SECONDI ! POTETE AIUTARMI ??

  2. patry
    settembre 20, 2015

    anch’io non riesco a rivedere la seconda puntata…si blocca continuamente

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: