Il TeleDipendente

La televisione è come la storia: c'è chi la fa e chi la subisce. (Fabrizio De André)

Aurora Ramazzotti a X Factor Daily: il vizio della raccomandazione? Peggio quello del pregiudizio!

auroraÈ un fiume di polemiche quello scaturito sui social dalla notizia dell’ingaggio di Aurora Ramazzotti come conduttrice del daytime di X Factor 9. Tanto basterebbe per ammettere che la produzione del talent ci ha visto lungo: l’interesse attorno alla partecipazione della “figlia di”, seguita su Instagram da più di 340mila persone, c’è. Altrimenti nessuno le avrebbe dato così rilevanza.

Ad essere incomprensibile, invece, è l’indignazione manifestata da alcuni utenti nei confronti della scelta di Sky: come possono affidare un programma che fonda le sue basi sulla scoperta del talento e sulla meritocrazia a una ragazzina raccomandata e senza esperienza? Un’altra trasmissione infetta dal virus del “figlio di”; il solito vizio, tutto italiano, della raccomandazione.

Sarà, ma un altro vizio (e un altro virus da cui pochi sono immuni) è quello di giudicare una persona prima ancora di vederla in campo. Se è vero infatti che col cognome che porta ad Aurora le porte si spalanchino prima che a un Pinco Pallino qualunque, è altrettanto vero che lei potrebbe tranquillamente vivere di popolarità riflessa. Senza il bisogno di dover dimostrare niente a nessuno.

Una copertina su un prestigioso giornale, la partecipazione a un reality (che farebbero carte false per accaparrarsela), un’intervistina ogni tanto in un salottino televisivo. Come fanno altri “figli di” a cui basta il cognome. Invece X Factor, che ieri a La Stampa ha confermato di averla selezionata tramite regolare provino, le dà la possibilità di mostrare quanto vale e di mettere in luce le sue doti da intrattenitrice in una collocazione, il daytime, non poi così fondamentale (non stiamo parlando di una prima serata). Perché è dal basso che si parte.

E così la ragazza potrà cominciare a costruirsi una propria identità professionale che potrebbe portarla, un giorno, ad essere prima Aurora Ramazzotti e poi la “figlia di”. Ci vorrà ancora tanto tempo, molte critiche su cui lavorare e, nonostante ciò, probabilmente qualcuno continuerà ancora a considerarla tale. E in quest’ottica non potranno esserle molto d’aiuto gli interventi dei genitori, come il post in sua difesa che l’altro giorno papà Eros ha affidato a Facebook.

Ma in virtù di molti celebri figli che non ce l’hanno fatta, c’è anche chi, pian piano, ci sta riuscendo. Come Simone Annichiarico che, passo dopo passo, programma dopo programma, sta procedendo nella sua carriera da conduttore.

Aurora ce la farà? È portata per lo spettacolo? Ancora è impossibile saperlo. Ma prima di urlare alla solita, vecchia raccomandazione, aspettiamo almeno di vederla in azione per capire se, indipendentemente dal cognome, Aurora si è meritata o meno quel ruolo. Tanto a ottobre non manca tanto.

Annunci

Un commento su “Aurora Ramazzotti a X Factor Daily: il vizio della raccomandazione? Peggio quello del pregiudizio!

  1. Pingback: Tv e notizie: i sei SBAM! dell’estate 2015 | Il TeleDipendente

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: