Il TeleDipendente

La televisione è come la storia: c'è chi la fa e chi la subisce. (Fabrizio De André)

Junior Masterchef Italia 2015 – la finale. Scommettiamo che… Previsioni sul vincitore e la lezione dei piccoli chef

downloadQuattro piccoli chef, un solo vincitore. Chi erediterà il titolo di Junior Masterchef italiano, guadagnato lo scorso anno dalla piccola Emanuela?

Difficile dirlo, a volte in questo format la decisione finale, che dipende esclusivamente dai giudici, può risultare sorprendente. E superfavoriti dati già per vincitori si vedono strappare lo scettro del trionfatore dall’altro finalista. Molto dipenderà dalla performance finale in cui i due finalisti dovranno cucinare un menù scelto da loro cercando di colpire i giudici. E qui l’ansia e la tensione possono giocare davvero brutti scherzi.

Lo abbiamo visto lo scorso anno con Emanuela e Federico, che sono riusciti comunque a mantenere il controllo nonostante il costante rischio di andare nel pallone. In questo Nicola e Andrea, tra i quattro finalisti, hanno dimostrato di essere i più capaci. Il romagnolo Nicola, dodici anni, e il romano Andrea, tredici, fin dalle prime puntate hanno mostrato grande determinazione e una smisurata passione per la cucina che ha portato entrambi, dopo anni di studio anche da autodidatti, ad avere una buona tecnica. Ma l’estro, la creatività e soprattutto il coraggio di mettersi alla prova con piatti di difficile elaborazione sono soprattutto dalla parte del dodicenne Nicolò. Qualche piccola svista, prontamente corretta dai giudici, lo ha fatto sicuramente crescere durante la seconda stagione e una sua vittoria sarebbe il coronamento ad un’esperienza in salita.

Meno favorita per la vittoria ma di sicuro altrettanto meritevole è Sofia. Ha perfezionato il suo talento puntata dopo puntata, arrivando anche a fare l’impossibile grazie a una costanza e a una tenacia fuori dal comune. E poi ha la stessa età di Emanuela, nove anni, quando lo scorso anno vinse il cooking-talent. Sarà solo una coincidenza?

Chiunque vincerà, a tutti va riconosciuto il merito di aver mostrato grande umiltà nel riconoscere che il talento va continuamente alimentato, con lo studio e la pratica, senza mai fermarsi, perché si può sempre migliorare. Mai sentirsi arrivati quindi: questa forse è la lezione più grande che ci hanno lasciato i piccoli chef di Junior Masterchef.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: