Il TeleDipendente

La televisione è come la storia: c'è chi la fa e chi la subisce. (Fabrizio De André)

SuperSimo: 50 anni tra coraggio e passione

downloadCinquant’anni di grinta, entusiasmo e smisurata passione per il suo lavoro. Senza mai adagiarsi sui traguardi raggiunti, sempre pronta ad affrontare le sfide che le si pongono continuamente davanti.

Oggi Simona Ventura taglia il traguardo del mezzo secolo di vita, più della metà passato in televisione. Dagli esordi nelle trasmissioni sportive al grande successo con i reality show e i talent passando per Le Iene e Mai Dire Gol, il suo stile di conduzione ha segnato gli ultimi trent’anni di televisione. Che piaccia o meno, non si può non riconoscerle coraggio e grande professionalità.

Non si limita a condurre un programma, ma da vera professionista se lo cuce perfettamente addosso connotandolo col suo infallibile marchio di garanzia e qualità.

È stato così per Quelli che il calcio: un’eredità pesante che le aveva lasciato Fabio Fazio. Contro ogni previsione, per dieci anni ha portato a casa uno show fresco e brillante, un ottimo scaccia-pensieri per la domenica pomeriggio improntandolo per quanto possibile sempre sul calcio anche quando i diritti delle partite passarono alla concorrenza.

Ma il suo più grande successo resta L’Isola dei Famosi che nel 2003 lanciò in Italia la formula del vip-reality. La Ventura lo ha portato al successo ottenendo ascolti che Rai2 non rivedrà mai più e lo ha difeso con le unghie e con i denti contro chi riteneva la trasmissione diseducativa e inadatta al servizio pubblico. Gli slogan, le forti prese di posizione nei confronti dei naufraghi, le storiche formule come il “Chi vuoi che vinche” sono entrati nel cuore dei tanti telespettatori che ancora oggi identificano il programma con la Mona nazionale.

Tra la resurrezione di Music Farm e il debutto di X Factor c’è stato anche il tempo per un preserale-flop “Le tre scimmiette” e un’edizione del Festival di Sanremo, quella del 2004, non certamente rimasta nella storia della kermesse.

Poi l’abbandono della Rai e l’approdo a Sky, dove sorprendentemente la Ventura ha ripreso X Factor senza fare il botto. Infine la scelta più coraggiosa, almeno di questi tempi: slegarsi contrattualmente da un network per lavorare a progetto e ripartire da una rete giovane, geograficamente lontana e in gran parte ancora sconosciuta al grande pubblico, quell’Agon Channel di Becchetti dove conduce il talent sul calcio Leyton Orient.

Ultimamente rivederla su Rai1 a Notti sul Ghiaccio è stato molto piacevole, ma il ruolo di giurata le è stato visibilmente troppo stretto per una come lei, abituata a cucirsi addosso vestiti ben più grandi che meriterebbe davvero di tornare a indossare su un network importante come Rai1. Tra i regali che scarta oggi per questi primi cinquant’anni c’è un nuovo reality su Fox Il contadino cerca moglie (anteprima il 14 aprile e prima edizione in autunno). Ma noi speriamo che ci sia anche qualcosa in più, magari uno show tutto per lei con cui ritornare alla grande alla posizione che le compete, tra i primi tasti del telecomando. Auguri Simona!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: